Home Alimentazione Biologica 10 consigli per prevenire il cancro al colon retto

10 consigli per prevenire il cancro al colon retto

811
0
CONDIVIDI

Nei Paesi occidentali, il cancro del colon-retto rappresenta il secondo tumore maligno per incidenza e per mortalità. La malattia, che è abbastanza rara prima dei 40 anni, è invece più frequente a partire dai 60 anni, per raggiungere un picco intorno agli 80 anni.

Colpisce in egual misura sia uomini che donne. In Italia, si stima che la malattia colpisca circa 40mila donne e 70mila uomini ogni anno. Nonostante negli ultimi anni sia aumentato il numero di tumori, la mortalità è diminuita, grazie soprattutto a un’informazione più adeguata e alla diagnosi precoce. Con queste premesse, va da sé che la consapevolezza, finalizzata alla correzione di stili di vita sbagliati, assume un ruolo importante nel ridurre il rischio in modo significativo.

La maggior parte dei tumori del colon-retto deriva dalla trasformazione in senso maligno di polipi, dovuti al proliferare delle cellule della mucosa intestinale. Anche se rientrano nelle patologie benigne, i polipi sono considerati forme precancerose.

Questo tipo di cancro, nella maggior parte dei casi, non presenta sintomi: solo nel 5% della sua incidenza può dar luogo a piccole perdite di sangue. Nella metà dei casi, la malattia si presenta nel sigma, l’ultima parte del colon vero e proprio e nel retto.

This is a close-up of vegetables and fruits.

Sono molte le cause che concorrono a determinare la malattia,tra cui abitudini sbagliate legate alla dieta e all’alimentazione e una predisposizione genetica.

Come detto in precedenza, la consapevolezza è la migliore arma di prevenzione. Ecco allora 10 cose che possiamo fare per prevenire questo tipo di tumore.

  1. Svolgere attività fisica

L’attività fisica svolge un ruolo importante nella prevenzione di molti tumori, il cancro al colon retto è uno di questi. Sembra che svolgere costantemente attività fisica riduca il rischio del 40-50%. In genere, si consiglia di impegnarsi per almeno 30 minuti, per 5 giorni la settimana, se si svolge un’attività fisica di moderata intensità; 20 minuti, tre o più giorni la settimana, se ci si impegna in un’attività più intensa.

  1. Controllare il peso

Se siete in sovrappeso, è possibile ridurre il rischio di cancro del colon-retto, semplicemente perdendo qualche chilo di troppo: il rischio diminuisce del 15%, ogni cinque punti di indice di massa corporea (BMI) persa.

  1. Smettere di fumare

Il fumo è probabilmente uno dei fattori di rischio più noti per diversi tipi di tumori, non solo quello ai polmoni, ma anche al colon, allo stomaco e all’esofago.

  1. Limitare il consumo di alcol

Bere troppo non soltanto aumenta il rischio di sviluppare un cancro al colon retto, ma danneggia anche il fegato. Un’abitudine, quindi, che deve essere ridimensionata per migliorare la salute generale dell’organismo.

  1. Ridurre il consumo di carne rossa

Visto che il colon è la parte finale del tubo digerente, il cibo che ingeriamo influisce pesantemente sulla sua salute. Un alto consumo di carne rossa è stato collegato allo sviluppo del cancro al colon (ma anche a una maggiore probabilità di cancro al seno). Il consumo della carne rossa diventa particolarmente problematico soprattutto quando è cucinata ad alte temperature, come abbiamo già visto in un nostro precedente articolo.


  1. Mangiare molta frutta e verdura con proprietà antitumorali

Una dieta ricca di antiossidanti e sostanze fitochimiche aiuta a prevenire i tumori che attaccano il corpo. Alcune delle più potenti fonti di antitumorali presenti in natura sono: cavoli, broccoli, barbabietole, peperoni, pomodori. Non solo: secondo uno studio, una corretta assunzione di folati, ottenuti attraverso il consumo di alimenti come verdure a foglia larga, broccoli, carciofi, legumi e cereali, funge da barriera difensiva nelle persone sane, contro il tumore al colon retto. E non dimenticate il potere delle mele: http://ambientebio.it/la-mela-come-alleato-nel-trattamento-e-prevenzione-del-cancro-al-colon/

  1. Aumentare l’apporto di fibre

Le fibre sono molto importanti per la salute del colon. Agiscono come un detergente intestinale che spazza via tutte le sostanze nocive e potenzialmente cancerogene. Inoltre, favoriscono il proliferare dei batteri buoni nell’intestino. Sì a farina d’avena, crusca, fagioli e semi.

  1. Evitare cibi conservati con nitrito di sodio

In particolare, alimenti trasformati e insaccati. Sembra infatti che , nello stomaco, questo composto reagisca con gli acidi del corpo, formando sostanze tossiche.

  1. Assicuratevi un buon apporto di vitamina D

Carenze di questa vitamina nel corpo, infatti, possono creare degli scompensi alla base di diverse malattie.

  1. Fate controlli periodici

La diagnosi precoce è la più potente arma contro il cancro al colon retto. Oltre i 50 anni di età, se rientrate all’interno di fasce a rischio o avete avuto qualche altro caso in famiglia, prendete in considerazione l’idea di fare dei test di controllo.

È estremamente importante anche prestare attenzione a qualsiasi disturbo che possa essere letto come un segno premonitore di cancro.

(Foto in evidenza: nlm.nih.gov; foto interna: preventcancernow.ca)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here