Home Alimentazione Biologica 10 cause inaspettate che scatenano le allergie primaverili

10 cause inaspettate che scatenano le allergie primaverili

488
0
CONDIVIDI

Stare lontano dal polline e da altri allergeni ed evitare di uscire di casa nei giorni clou: è il periodo delle allergie primaverili. Queste sono alcune regole basilari che le tante persone che soffrono di rinite allergica osservano durante questa stagione. Ma potrebbero non bastare!

Esistono infatti altre cause inaspettate che potrebbero scatenare la vostra reazione allergica. Ecco quali.

1 Frutta

Abbiamo detto più volte come alcuni tipi di frutta possano essere utili a proteggere il nostro sistema immunitario. Addirittura, abbiamo visto come il ribes nigrum sia un ottimo antistaminico naturale, eppure esiste della frutta che può invece aiutare lo scatenarsi delle allergie. Ad esempio, chi è allergico alle Betullacee può veder insorgere i sintomi anche consumando mele, pere e banane; chi è allergico alle Composite, sedano e melone; basilico e piselli per le allergie alla Parietaria, e melone, anguria e pomodoro nei casi di allergia alle alle Graminacee.

Questo tipo di allergie si scatenano in genere quando questi alimenti vengono consumati con la buccia. Toglierla potrebbe ridurre la reazione.

2 Alcol

Le persone che soffrono di febbre da fieno o asma potrebbero essere più esposti a starnuti, naso che cola e problemi alle vie respiratorie, dopo l’uso di alcol. Secondo una ricerca, infatti, l’alcol dilaterebbe i vasi sanguigni del naso e accentuerebbe la risposta immunitaria nell’organismo. Il vino sarebbe tra i maggiori responsabili. Questo significa che è necessario limitare il consumo di alcolici e, soprattutto, mai mescolarli a farmaci antistaminici.

3 Stress

Lo stress non causa allergie, ma può peggiorarne i sintomi. Una ricerca condotta dal Medical Center dell’Ohio State University mostra che anche solo una piccola quantità di stress aumenta la reazione immunitaria del nostro corpo, innescando così i classici sintomi dell’allergia. Inoltre, alti livelli di cortisolo, l’ormone dello stress, possono compromettere il sistema immunitario, rendendo difficile per il corpo il recupero dopo le allergie stagionali. Ecco una scusa in più per prendersi cura di sé stessi!

4 Prodotti per capelli

Alcuni prodotti per capelli diventano una sorta di calamita per il polline. Parliamo di lacca, di gel, spray e sieri che fanno in modo che gli allergeni si attacchino alla vostra testa, scatenando le reazioni allergiche.

rinite allergica

5 Temporali

I temporali delle stagioni primaverili peggiorano la presenza di polline nell’aria. Sembra strano, ma in realtà contribuiscono a staccare e diffondere più velocemente le minuscole particelle che ci danno tanto fastidio. Quindi non uscite durante o subito dopo una brutta tempesta e chiudete le finestre!

6 Umidità

Può capitare che in questo periodo ci sia un bel po’ di umidità in giro per casa. Una cosa che gli acari amano profondamente! Questa unione può causare starnuti, prurito al naso, occhi gonfi e irritati e altri sintomi simili. L’azione degli acari non fa altro che peggiorare i sintomi delle allergie stagionali che già si stanno sperimentando. Cercate quindi di eliminare l’umidità in casa, rendendo più difficile agli acari di riprodursi.

7 Piante d’appartamento

Innaffiare con troppa acqua le piante d’appartamento può causare l’insorgenza di muffe e funghi, oltre a far male alla salute delle nostre povere piantine! Cercate di scoprire di quanta acqua hanno veramente bisogno e, se potete, scegliete le specie che possono aiutarvi a mantenere pulita l’aria di casa. Qui trovate un elenco.

8 Ventilatori da soffitto

L’aria all’interno delle nostre abitazioni potrebbe essere peggiore per le allergie di quella esterna alle nostre case. Dopo tutto, all’interno si deve affrontare: muffe, polvere, acari, aria viziata, ma anche particelle esterne che entrano dalle vostre finestre. I ventilatori a soffitto provocano un turbinio di tutti questi allergeni che, spesso, si depositano anche sulle loro pale.

9 Docce mattutine

Alle docce mattutine, preferite quelle serali, per evitare di andare a letto avvolti nel polline che il vostro abbigliamento, la vostra pelle e i capelli hanno raccolto per tutta la giornata.  Se non volete o potete, basta fare in modo almeno di lavarvi il viso durante la notte, dando qualche attenzione particolare al contorno occhi. Se potete, inoltre, preferite anche lavare i capelli di sera.

10 animali domestici

Solo perché non siete allergici al vostro animale domestico non è detto che non vi farà starnutire! Dopo essere stato fuori, infatti, il vostro cane può portare nella vostra casa, attaccati sul suo pelo pollini, muffe e altri allergeni . Lavate con regolarità il vostro animale e cercate di evitare che salga sul vostro letto o sul divano.

(Foto in evidenza: Dawn Huczek; Foto interna: amavita.ch)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here